Trasloco dal vecchio fornitore di hosting

Peripezie di un trasferimento di hosting obbligato

Con una mail il sito sul quale avevo in hosting tutti i miei domini, mi informa che dalla data della prossima scadenza i miei servizi aumenteranno di prezzo di più del doppio. Ottimo!

E’ iniziata così la storia del trasloco e del riadattamento alle nuove regole del nuovo fornitore (iniziata e non ancora terminata, purtroppo!!).

Allora, prima operazione è stata quella di fare mente locale sulla situazione, capire bene dove andare a sbattere e se il nuovo fornitore fosse almeno alla strega del precedente, per non cadere dalla padella nella brace. (cosa abbastanza frequente in questo periodo di deregulation sui contratti commerciali).

Scelto il fornitore, passiamo all’elenco dei domini e per fare un pò di economia, tagliamone qualcuno.

Ok fatto. Deciso quali lasciare nell’oblio (sigh!) e quali tenere ancora attivi, passiamo al trasferimento vero e proprio: acquisto di uno spazio di hosting che consenta la gestione di più domini e rimediamo il Auth Code  per dare inizio alla fase di trasferimento dei nomi a dominio per gestire tutto sulla stessa piattaforma.

Fatto anche questo.

Ok allora tentiamo il primo approccio con la nuova piattaforma. Sono infatti passato dal un pannello cPanel sul quale ho lavorato per diversi anni (almeno 4o5) ad un pannello Plesk che invece avevo solo sentito nominare.

Nella sostanza fanno tutti e due gli ambienti le stesse medesime cose, ma quando abbandono la strada già battuta per una ancora da percorrere ci sono sempre un sacco di cose che devi scoprire. Ok sono pronto, è questo il bello della storia!